Quando smontare le zanzariere a rullo? Le zanzariere a rullo risultano essere molto utili per proteggersi dagli insetti e in particolar modo dalle zanzare, soprattutto durante il periodo estivo. In commercio si trovano tanti modelli appartenenti a varie tipologie, tuttavia molto spesso si decide di optare per una soluzione a rullo.

Infatti risulta essere molto pratica e facilmente gestibile, oltre che economica. Comunque può avvenire che sia necessario effettuare lo smontaggio della zanzariera a rullo per sostituire elementi usurati oppure mal funzionanti.

Inoltre bisogna rimuovere questi elementi quando diventano sporchi, polverosi oppure presentano insetti morti intrappolati. Per evitare che ostruiscano il passaggio e la vista, oltre a dare vita a un effetto poco piacevole, si deve smontare la zanzariera e pulirla.

Altre situazioni che portano a questa procedura sono:
– l’esigenza di oliare il freno della molla di richiamo presente all’interno del cassone. Il meccanismo di apertura e chiusura della zanzariera si basa sull’esistenza di una molla a scatto caricata dal produttore e inserita all’interno del cassone. Il movimento viene attutito da un freno, così da limitare i continui solleciti violenti della molla. Quindi oliare periodicamente il meccanismo risulta essere fondamentale per assicurare il funzionamento e la sicurezza della zanzariera a molla;
sostituire la zanzariera danneggiata oppure strappata a causa delle violenti e improvvise raffiche di vento. 

Come smontare la zanzariera a rullo

Per smontare una zanzariera a rullo che si apre e si chiude in senso verticale servono un taglierino e un avvitatore che sia pratico e semplice da usare e che possa svolgere anche le funzioni di uno svitatore.

Quest’ultimo attrezzo si può acquistare dei negozi di bricolage e nei punti vendita specializzati in ferramenta e fai da te. L’avvitatore deve essere usato per svitare le viti che fissano al sostegno il cassone contenente l’avvolgibile.

Sale
Avvitatore a Batteria 12V TACKLIFE PCD03B 27Nm Trapano elettrico, 2 Batterie da 2000mAh, 1 Ora Ricarica Rapida, 2 Velocità,19 Coppie Regolabili, 1 Modalità da Forare
226 Recensioni
Avvitatore a Batteria 12V TACKLIFE PCD03B 27Nm Trapano elettrico, 2 Batterie da 2000mAh, 1 Ora Ricarica Rapida, 2 Velocità,19 Coppie Regolabili, 1 Modalità da Forare*
  • 【 19 LIVELLI 】: 19 livelli di coppia (massima 27Nm) e 1 marcia di trapano elettrico per forare su legno, metallo, plastica e tutti i lavori di avvitamento. La profondità massima 20mm per legno 5.1mm x 63mm per legno vite 10mm per metallo. La frizione offre un controllo preciso e protegge le viti in modo efficace
  • 【VELOCITÀ VARIABILE】: Il grilletto regolabile offre 2 velocità (0-350 e 1.300 giri / min), e il pulsante laterale permette di avvitare e svitare, batteria gli ioni di litio 12V 2000mAh, anche una per ricambio, offre una potenza forte ed efficace
  • 【RICARICABILE & PRATICO】: Caricabatteria da 200-240V, può resistere all'instabilità della tensione o al cambiamento improvviso, e ci vogliono circa 1 ora di ricarica, La regolazione della ventilazione ragionevole favorisce la dissipazione del calore durante il funzionamento, prolungando la durata del trapano
  • 【LUCE LED FUNZIONA PIÙ BRILLANTE】: l'interruttore tattile con indicatore LED può essere utilizzato in un ambiente buio. Il design dell'asta di spinta avanti e indietro rende l'operazione più confortevole
  • 【CONTENUTO DELLA CONFEZIONE】: 1 x Tacklife PCD03B avvitatore elettrico, 1 x caricatore, 2 x batteria agli ioni di litio, 6 x inserti di avvitatore, 6 x punte per trapano, 1 x prolunga, 1 x tubo flessibile, 1 x valigetta, 1 x manuale dell'utente

In genere le viti sono posizionate all’altezza delle basi laterali del cassone stesso. Una volta effettuata questa operazione è possibile passare allo smontaggio zanzariere a rullo vere e proprie.

Alcuni accorgimenti che bisogna seguire per poter eseguire questo lavoro a regola d’arte e ottimizzando i tempi. Tra questi si ricorda di richiedere l’aiuto di una seconda persona che possa sostenere il cassone mentre si svitano le viti.

Questa operazione deve essere effettuala anche quando si vuole montare la zanzariera a rullo semplicemente per sostituire il telo. Lo stesso vale quando si desidera semplicemente lavare la zanzariera perché polverosa oppure sporca.

Nella maggior parte dei casi questi modelli sono fissi, quindi la base in legno oppure metallica risulta essere fissata all’altezza degli infissi con delle viti. Queste ultime devono essere tolte usando l’avvitatore alla mano per poter smontare la struttura.

Un altro elemento da tenere a mente è che il telo della zanzariera risulta essere fissato al telaio con il silicone. Se si vuole smontare completamente la zanzariera oppure sostituire il telo, bisogna eliminare la sostanza che lo tiene in posizione.

In questo caso risulta essere molto utile il taglierino, tuttavia è necessario fare molta attenzione a non incidere accidentalmente il telaio oppure a ferirsi le mani. Una volta terminata questa fase è possibile inserire un nuovo telo e fissarlo utilizzando del silicone.

Questo prodotto si può trovare in qualunque negozio di bricolage. Un altro aspetto da tenere a mente è che si può utilizzare al posto dell’avvitatore un semplice trapano che integri la funzione di svitatore. In questo modo diventa possibile eliminare le basi con cui le zanzariere sono fissate agli infissi in maniera rapida e semplice.

Come smontare zanzariere a rullo e sostituire il rullo

Può capitare che le zanzariere a rullo subiscano danni causa dell’usura e del trascorrere del tempo. In genere occorrono anni prima che sia necessario sostituire il rullo oppure il telo, tuttavia è bene sapere come bisogna procedere per poter fare un lavoro a regola d’arte senza commettere errori.

Innanzitutto bisogna acquistare il rullo di ricambio in un negozio specializzato oppure in un punto vendita per il bricolage. Quando si esegue questa operazione si consiglia di sostituire anche il telo, così da rinnovare l’intero apparato ed essere certi che funzioni perfettamente.

Inoltre si tratta della soluzione più semplice perché il rullo funge da supporto e quindi si evita di dover togliere la rete e applicarla sul nuovo elemento. Proprio per questo motivo è meglio optare per rulli per zanzariere già provvisti del telo.

Per ottimizzare i risultati è bene scegliere un modello di misure standard perché si adatta facilmente alle diverse situazioni. In alternativa è possibile adattare il tubo usando un seghetto.

Quindi si passa a smontare la zanzariera a rullo iniziando dal cassone (chiamato anche testata) fissato alla cornice della finestra e che contiene il telo e il tubo. A questo punto si posiziona la testata su un piano da lavoro così da poter operare tranquillamente.

Bisogna aprire il cassone, chiuso alle due estremità con delle viti, per estrarre il tubo. Un altro aspetto da tenere in considerazione è che non appena si allenta la testata la molla contenuta nel rullo tende a uscire.

Si deve fare attenzione quando si svita prima un’estremità del cassone e poi l’altra. Successivamente si estrae la molla e quindi il rullo. Quest’ultimo presenta la rete avvolta, perciò bisogna svolgere il telo della zanzariera per liberare il rullo.

Dopo aver verificato che la misura del tubo corrisponda al pezzo di ricambio acquistato in precedenza (in caso contrario è necessario tagliare la parte eccedente con un seghetto per adattarlo) lo si inserisce nella testata.

Quindi si riposiziona la molla in maniera apposita e si avvitano le due chiusure. Prima si chiude l’estremità più vicino alla molla, poi si carica il meccanismo ruotando in senso antiorario la testata e infine si chiude la seconda chiusura. Si consiglia di verificare il funzionamento della zanzariera prima di installare nuovamente la testata.

Come smontare una zanzariera a rullo in poche mosse
5 (100%) 10 votes